HOME PAGE - corsi riconosciuti miur

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
 
 

LA FORMAZIONE IN SERVIZIO DEI DOCENTI DI RUOLO E' OBBLIGATORIA, PERMANENTE E STRUTTURALE

le finalità del bonus di 500,00 €

La legge 107/15 "Buona Scuola" porta una duplice rivoluzione in materia di aggiornamento dei docenti, prevedendo innanzitutto l'obbligo di formazione in servizio, il cosidetto aggiornamento, e favorendo inoltre tale obbligo mediante una Carta Elettronica personale per il pagamento delle attività di formazione e degli strumenti connessi all'esercizio della professione. La formazione in servizio prevista 40 anni fa come diritto-dovere e ridotta poi contrattualmente a semplice diritto, ritorna ora anche come obbligo per tutti i docenti : "Nell'ambito degli adempimenti connessi alla funzione docente, la formazione in servizio dei docenti di ruolo è obbligatoria, permanente e strutturale" (comma 124, legge 107/15). La carta elettronica dell'importo annuo di 500,00 €, è voluta dalla legge "Al fine di sostenere la formazione continua dei docenti e di valorizzarne le competenze professionali" (comma 121, legge 107/15). La finalità di questo nuovo strumento personale riservato ai docenti statali di ruolo è quello di "responsabilizzare il docente, e di rafforzarne la personalità in termini di conoscenze, competenze disciplinari e trasversali" (nota M.I.U.R. protocollo 15219/15, ottobre 2015). La carta è nominativa, personale e non trasferibile, ed è utilizzabile soltanto per attività di formazione e aggiornamento professionale.

FORMAZIONE CONTINUA
E
RIQUALIFICAZIONE PROFESSIONALE

Le innovazioni tecnologiche e l’internazionalizzazione di processi e procedure rendono sempre più impellente una riqualificazione professionale anche per gli adulti. Sia che si tratti di disoccupati che vogliono reintrodursi nel mondo del lavoro o di occupati con il desiderio di incrementare le proprie competenze e abilità professionali.  La “formazione degli adulti” include “sia le attività di istruzione e formazione rivolte a tutti i cittadini, sia le attività di formazione continua”. Con “attività di istruzione permanente” si intendono le competenze di base generali necessarie per l’inserimento nel mondo del lavoro ; con “formazione continua”, invece, si definiscono le attività specificatamente legate alla formazione sul lavoro e quindi la riqualificazione professionale e l’attività di aggiornamento del lavoratore. L’intento è quello di mantenere il lavoratore sempre aggiornato sulle innovazioni tecnologiche o organizzative del settore nel quale opera. Un beneficio non soltanto per il dipendente ma anche per l’azienda o l’organizzazione nella quale opera. Oltre alla formazione continua sul lavoro, esistono anche corsi per adulti volti alla riqualificazione professionale che hanno come scopo quello di aiutare le persone disoccupate, magari anche non più giovanissime, a inserirsi nuovamente sul mercato del lavoro. Inoltre è molto importante mantenere la mente attiva, stare al passo coi tempi e essere in grado di comunicare con gli altri utilizzando i nuovi mezzi digitali.


 
 
 
 
 
Cerca

CSS Valido!

Torna ai contenuti | Torna al menu